Per Barclays e Ubs dopo la maxi multa arriva il rimibalzo

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Maggio 2015 | 12:05
Barclays e Ubs dopo essersi accordate con le autorità Usa e aver pagato una maxi multa per chiudere ogni pendenza legale rimbalzano in borsa. Ancora in netto calo Azimut e Mps

DOPO LA MAXI MULTA ARRIVA IL RIMBALZO – Via il dente, via il dolore dicono. Deve essere così visto che dopo aver ufficializzato un accordo con le autorità Usa per chiudere, sia pure dietro al pagamento di una ulteriore (doppia) maxi multa, ogni pendenza legale relativa ai tentativi di manipolazione di cambi e tassi di mercato alcune grandi banche hanno vissuto una giornata positiva ieri mettendosi in luce sul Blueindex.

BARCLAYS E UBS BRINDANO – Meglio di tutti hanno fatto Barclays Bank e Ubs, coinvolte (con Royal Bank of Scotland, Citicorp, Jp Morgan Chase e Bank of America) nella vicenda di cui sopra, che hanno terminato in rialzo rispettivamente del 3,37% e del 3,23%, staccando Credit Suisse e Banca Generali, accontentatesi di guadagnare attorno ad un paio di punti a testa. In coda al gruppo è invece proseguito il calo di Azimut (-5% dopo la vendita di un consistente pacchetto azionario sul mercato) e Mps (-6,5%), che anche oggi è incerta in attesa delle condizioni ufficiali dell’aumento da 3 miliardi di euro che prenderà il via lunedì 25 maggio prossimo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti