Piazza Affari prudente, Mps rimbalza mentre Azimut frena

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Maggio 2015 | 10:17
Andamento incerto per Piazza Affari, che pare valutare i dati macro odierni e le parole di Draghi sulla necessità di una governance europea sulle riforme. Mps rimbalza, Azimut frena

PIAZZA AFFARI IN LIEVE CALO – Milano resta prudente anche stamane, tra dati macro (l’indice Ifo tedesco è apparso leggermente migliore delle attese) e nuove dichiarazioni in arrivo dai vertici della Bce, con Mario Draghi in particolare che si è detto favorevole a una governance “esercitata congiuntamente a livello dell’Eurozona” per quanto riguarda le riforme strutturali, dato che “c’è bisogno di collegialità nelle riforme non solo a livello nazionale, ma anche a livello europeo”. A metà mattinata il Ftse Mib segna -0,13%, il Ftse Italia All-Share è a -0,14%, mentre il Ftse Italia Star scivola in rosso dello 0,28%.

MPS RIMBALZA, AZIMUT TORNA A CEDERE – Tra le blue chip italiane accelera dopo un’apertura in calo Mps (+7,25%) sul quale stanno iniziando le manovre in vista dell’aumento di capitale da 3 miliardi che partirà lunedì. Bene anche Bper dopo che Goldman Sachs ha confermato il “buy” ritoccando il target price a 11,4 euro (dai precedenti 11,3 euro), mentre torna a perdere terreno Azimut (-2%) per il timore di ulteriori collocamenti. Dopo il 5,26% del capitale messo sul mercato in settimana i nuovi patti sociali liberano infatti dal 18 giugno un ulteriore pacchetto di titoli che rappresenta il 4,19% del capitale. Sottotono anche Atlantia e Moncler.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X