Janus Capital non risente dei timori legati alla Grecia

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 29 Maggio 2015 | 14:12
Janus Capital ha chiuso la seduta di ieri in rialzo del 2,46% guadagnando facilmente la testa del Blueindex. I dubbi sulla Grecia hanno pesato sui titoli europei tra cui Raiffeisen

JANUS CAPITAL SORRIDE – Janus Capital Group svetta sulla classifica giornaliera del Blueindex grazie alla chiusura positiva di ieri pari a +2,46% che ha consentito al gestore americano di staccare nettamente il secondo miglior componente dell’indice, Azimut (+0,98%) che invece ha chiuso di poco davanti a Gam Holding (+0,95%) e State Street (+0,83%) una giornata in cui è tornata a prevalere sui mercati la prudenza, visto che l’atteso compromesso tra Grecia e creditori internazionali anziché arrivare è parso allontanarsi dopo i primi commenti in arrivo dal G7 di Dresda.

RAIFFEISEN TORNA A CEDERE TERRENO – Anche per questo su molte blue chip europee sono tornati a fioccare ordini di vendita, con nomi come Old Mutual, Mediobanca, Deutsche Bank, Mps, Axa, Allianz, Credit Agricole e Raiffeisen International di nuovo in calo di oltre un punto a testa, con la banca austriaca che ha sfiorato a fine seduta il 4% di perdita dopo che si sono diffusi sul mercato timori che anche il 2015 possa chiudersi in perdita a causa della difficoltà che il gruppo sta incontrando nel cedere asset anche solo ai valori a cui sono iscritti in bilancio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X