Hong Kong multa Bnp Paribas

A
A
A

Bnp Paribas viene multata di 11 milioni di dollari di Hong Kong (circa 1,4 milioni di dollari) per non aver segnalato alcuni scambi incrociati sui cambi negli ultimi 10 anni

Luca Spoldi di Luca Spoldi1 giugno 2015 | 17:25

BNP PARIBAS MULTATA A HONG KONG – Brutte notizie per il gruppo Bnp Paribas, multato per 11 milioni di dollari di Hong Kong (circa 1,4 milioni di dollari Usa) dalle autorità finanziarie della città-stato cinese per non aver segnalato scambi incrociati sui cambi per oltre 6 miliardi di dollari di Hong Kong negli ultimi 10 anni e più da parte della controllata Bnp Paribas Securities (Asia) Ltd.

LA BANCA INTENSIFICA I CONTROLLI – In una nota la stessa Bnp Paribas segnala come nel frattempo siano stati ulteriormente rafforzati i controlli interni sicché la carenza di segnalazione emersa dall’indagine delle autorità finanziarie di Hong Kong oggi non potrebbe più ripetersi. La vicenda sarebbe legata all’adozione di un sistema di segnalazione automatica degli scambi sui mercati valutari che non avrebbe correttamente segnalato circa 4 mila ordini eseguiti fuori dagli orari delle sessioni regolari del mercato finanziario di Hong Kong, come segnalato dalla stessa Bnp Paribas alle autorità nel febbraio 2013.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dossier reclutamento: Allianz Bank FA

Mediolanum, consulenza caput mundi

Un tesoro chiamato IWBank

Oggi su BLUERATING NEWS: colpaccio Mediobanca, Fineco ottimista

Foti ai consulenti Fineco: non temete, nel 2019 guadagnerete di più

Banche Ue, le nuove norme affossano le pmi

Truffa diamanti, arriva il presidio davanti a Banco Bpm

Widiba, cresce la presenza nel Sud Italia

Widiba: la nuova ricetta della consulenza

Oggi su BLUERATING NEWS: rivoluzione BlackRock, allarmi incrociati

Scm Sim, la perdita triplica

Intesa Sanpaolo, le fondazioni calano gli assi

Consulenza, due contratti che sono due incubi

BlackRock-Varde, braccio di ferro per Carige

Unicredit, Allianz bussa alla porta

Intesa, pronta la lista per il cda

Sentenza Tercas-Popolare Bari: ora un cambio di rotta

Banche in crisi, UE con le spalle al muro

Credem al lavoro per l’innovazione aziendale

Fineco può crescere ancora

IWBank, tre gol per vincere il derby

Bancoposta? E’ il prodotto dell’anno

Bancari, nel nuovo contratto c’è lo stop alle pressioni commerciali

Mediolanum, cosa significa essere Wealth Advisor

Contratti bancari: più soldi, meno reperibilita’

UniCredit, così è cambiata (e cambierà) la rete

Consulenza e pricing, tariffe tutte da rifare

Banca Generali, la raccolta non molla mai

Banche, la rivoluzione è iniziata

Banca Ifis, Bossi si prepara all’addio

Banche e manager: rosa is not the new black

BlueAcademy: dalle basi dell’analisi grafica all’analisi algoritmica

Banca Akros, scatta la seconda fase di Single Name Italy

Ti può anche interessare

Effetto Brexit, il mercato dei titoli di stato torna a Milano

La Brexit regala un assist a Milano ...

Bankitalia: meno prestiti e mutui più costosi

A gennaio i tassi d’interesse sui prestiti erogati alle famiglie per acquisti di abitazioni sono p ...

Gam, semestrale positiva e sospensione di un gestore

Il gruppo elvetico ha chiuso la prima metà del 2018 con una crescita degli utili per azione (+22%) ...