New York prudente, ma Boeing si mette in luce

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Giugno 2015 | 15:24
Listino azionario prudente in attesa di novità Grecia, ma Boeing si mette in luce. Oro e petrolio si rafforzano e l’Opec può sorridere: sta vincendo il braccio di ferro sui prezzi

NEW YORK INCERTA, BENE BOEING – Wall Street resta anche oggi prudente, complice le persistenti incertezze in merito alla Grecia. Dopo un’ora e mezza di scambi il Dow Jones resta a -0,05%, l’S&P500 scivola in rosso dello 0,14%, il Nasdaq è indicato a -0,13% e le small cap del Russell 2000 non vanno oltre il +0,16%. Tra le blue chip americane si mettono in luce industriali come Boeing e United Technologies, mentre perdono terreno Intel e UnitedHealth Group.

PETROLIO IN RIPRESA, L’OPEC PUO’ SORRIDERE – I T-bond dal canto loro vedono il rendimento sul bond decennale oscillare sul 2,25% e quello sul trentennale riportarsi sul 3,00%. L’oro risale a 1.193,40 dollari l’oncia (4,7 dollari più di ieri), l’argento si attesta a 16,77 dollari (9 centesimi di recupero) e il petrolio viene scambiato a 60,81 dollari al barile, una sessantina di centesimi meglio della chiusura precedente, mentre sul mercato sembra consolidarsi l’opinione che l’Opec stia vincendo lentamente ma inesorabilmente il braccio di ferro sui prezzi con i produttori di shale oil.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: l’oro non è più solo un bene rifugio

Mercati, oro: boom di acquisti per le banche centrali

Investimenti: l’inflazione tornerà a far brillare l’oro

NEWSLETTER
Iscriviti
X