Europa in calo, mentre Atene rimbalza

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Giugno 2015 | 10:29
Atene resta disallineata dai listini europei, oggi in netto calo, e recupera terreno in solitaria. Tra i titoli bene Eni, cade Saipem: se Fsi entra nel capitale ci sarà un aumento?

AMPI ROSSI IN TUTTA EUROPA – Superata la metà mattinata le borse europee mostrano ampi cali, con l’indice Dax di Francoforte in particolare che torna sotto gli 11 mila punti (oscilla al momento poco sopra quota 10.918, in calo dell’1,32% rispetto a ieri) per la prima volta da febbraio scorso. Male anche Parigi (-0,96%), Madrid (-0,94%) e Milano (-0,91%), mentre Londra resiste (-0,10%), a differenza dell’Eurostoxx50 (-1,22%). Ancora una volta del tutto disallineata Atene che dopo il calo di ieri rimbalza dell’1,54%.

ENI RESISTE, SAIPEM AFFONDA – Tra le blue chip europee guadagnano terreno Vivendi, Unibail-Rodamco, Eni (a seguito delle voci di un possibile ingresso del Fondo strategico italiano, controllato da Cdp, nel capitale di Saipem, che invece perde oltre il 6% per il timore che dopo tale passaggio di quote la società vari un robusto aumento di capitale) e Bayer. In deciso calo Lvmh, Deutsche Telekom ed Essilor International, tutte in calo di 2 o più punti percentuali, mentre GdF Suez cede l’1,9%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio, le previsioni sul prossimo meeting Opec

Ftse Mib, quota 24.000 non è una chimera. Cinque big cap sotto la lente

Eni allunga il passo in scia al petrolio. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X