Dimon attacca la Warren: non so se capisce il sistema bancario globale

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Giugno 2015 | 10:23
La Warren propone di fare uno “spezzatino” delle sei grandi banche Usa e Dimon, numoro uno di Jp Morgan Chase, ribatte: non sono sicuro capisca il sistema bancario globale

SCINTILLE TRA DIMON E WARREN – Scintille tra Wall Street e Washington: il numero uno di Jp Morgan Chase (la maggiore banca statunitense per asset), Jamie Dimon, ha risposto alle critiche avanzate nei confronti delle grandi banche dalla senatrice democratica del Massachusetts, Elizabeth Warren, dichiarando: “non so se lei capisce completamente il sistema bancario globale”. Parlando a un evento a Chicago Dimon ha poi aggiunto di condividere nonostante ciò alcuni dei suoi timori per quanto riguarda i rischi legati al sistema bancario.

LE GRANDI BANCHE SONO TROPPO GRANDI – La Warren, che fa parte della Commissione Bancaria del Senato americano, da tempo sta sostenendo che è stato un errore che il governo americano non abbia imposto uno “spezzatino” alle sei maggiori banche, come Citigroup e Jp Morgan Chase, e la sua influenza all’interno del partito democratico su tali temi sembra in crescita. La stessa Warren, una ex docente di diritto fallimentare ad Harvard, non è stata tenera con i “ragazzi della finanza” che “sostengono che se non sai mai stata nel club, non puoi capirlo” aggiungendo “io penso che si possa dire altrettanto a loro: se non fai parte del club, non ti bevi le loro storie in modo acritico”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Jp Morgan, grave malore per Jamie Dimon

Jp Morgan Chase: i compensi di Dimon sfiorano i 30 milioni di dollari

Jamie Dimon (Jp Morgan Chase) fa il ritratto del perfetto sfidante anti Trump

NEWSLETTER
Iscriviti
X