KKR, Intesa Sanpaolo e Unicredit varano piattaforma per gestire crediti problematici

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 25 Giugno 2015 | 16:50
L’accordo era atteso da mesi: KKR Credit lancerà una piattaforma per la gestione di crediti problematici di aziende medio-grandi, che saranno conferiti dalle due banche italiane

ACCORDO FATTO TRA KKR, INTESA SANPAOLO E UNICREDIT – Atteso da mesi, a chiusura di giornata è giunta la conferma che KKR Credit (controllata di KKR & Co), Intesa Sanpaolo e Unicredit hanno raggiunto l’accordo per trasferire (al soddisfacimento di alcune condizioni) dell’esposizione in crediti ed equità delle due banche italiane relativi a un selezionato numero di imprese in fase di ristrutturazione ad un veicolo gestito dalla piattaforma italiana lanciata dalla stessa KKR Credit.

KKR LANCIA PIATTAFORMA PER GESTIRE ASSET PROBLEMATICI – Tale piattaforma ha lo scopo di fornire ad alcune società industriali di medio-grandi dimensioni nuovi capitali e competenze operative, supportando così le banche nella gestione dei propri asset. L’obiettivo è quello di consentire alle società di ritrovare l’equilibrio finanziario, tornare a crescere e a creare valore a beneficio di tutti gli stakeholder, inclusi gli attuali azionisti delle società stesse e le banche, che condivideranno i ritorni positivi conseguenti alla ripresa delle performance delle società e del valore degli iscritti a bilancio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

KKR nel mirino dei fondi pensione Usa

KKR si rafforza in Francia con Veyrat

KKR chiude un fondo sull’healthcare in America

NEWSLETTER
Iscriviti
X