A Milano la prudenza regna sovrana

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 3 Luglio 2015 | 09:13
Partita in lieve rialzo Piazza Affari vede prevalere le prese di profitto e torna a perdere terreno. Tra la chiusura di Wall Street e il referendum greco non si vogliono correre rischi

TSIPRAS: ACCORDO COMUNQUE ENTRO MARTEDI’ – Poche idee ma confuse: pur continuando a fare campagna per il “no” il premier greco Alexis Tsipras ha sostenuto ieri che “qualunque sarà il risultato” del referendum di domenica, entro le successive 48 ore (dunque martedì) sarà firmato un accordo con i creditori. Complice la chiusura di Wall Street, che festeggia l’Indipendence Day, a Milano la prudenza regna sovrana, con indici che dopo aver aperto in moderato rialzo ripiegano. Al momento il Ftse Mib cede lo 0,43%, il Ftse Italia All-Share perde lo 0,48% e il Ftse Italia Star oscilla a -0,27%.

STM RIMBALZA, UBI BANCA FRENA – Tra le singole blue chip rimbalza Stm, imitata con meno entusiasmo da Moncler e Cnh Industrial, mentre sono in rosso di un punto o poco più Ubi Banca, Bper, Fiat Chrysler Automobiles, Yoox e A2A, con i trader che sembrano impegnati a pareggiare le posizioni rispetto alle ultime scommesse aperte al rialzo o al ribasso nelle scorse sedute in vista, appunto, del fine settimana referendario greco e dei suoi possibili impatti sui mercati periferici dell’eurozona.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ora Tsipras dovrà varare le riforme promesse alla “troika”

National Bank of Greece alla finestra, Atene attende le elezioni

Varate le riforme, Tsipras può trattare per un terzo bailout

NEWSLETTER
Iscriviti
X