Giornata nera per Mps, tra Grecia e ipotesi “spezzatino”

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 6 Luglio 2015 | 17:58
Mps avrebbe rinnovato il mandato a Ubs e Citigroup per trovare un partner. Se non spuntasse nessuno all’orizzonte potrebbe profilarsi l’ipotesi spezzatino. Il titolo cade: -10%

MPS CEDE IL 10% IN BORSA – Giornata nera per il titolo Mps in borsa, dove a meno di un’ora dal termine il titolo senese passa di mano a 1,564 euro per azione, in calo del 10%, con quasi 170 milioni di titoli scambiati. Nel fine settimana la stampa italiana ha parlato di una conferma dell’incarico agli advisor Ubs e Citigroup da parte del Cda per l’individuazione di un partner con cui realizzare l’integrazione richiesta dalla Bce.

IN ASSENZA DI PARTNER SARA’ SPEZZATINO? – Al momento non sembrano tuttavia essersi fatti avanti ancora potenziali pretendenti tanto che se perdurasse la situazione di assenza di potenziali partner non si esclude che prenda quota l’ipotesi di uno “spezzatino” del gruppo in più raggruppamenti d’attività che potrebbero interessare differenti soggetti.  Un’ipotesi che non sembra convincere il mercato specie stante le rinnovate tensioni sui mercati conseguenti all’esito del referendum greco di ieri.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Risiko Banche, occhi puntati su Unicredit

Unicredit: è l’ora della verità, tra Mps e Bpm

Mps, ricchezza per 2,36 miliardi

NEWSLETTER
Iscriviti
X