Le infrastrutture sono un business che non conoscerà mai fine, parola di KKR

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 9 Luglio 2015 | 11:17
Il business delle infrastrutture non conoscerà mai fine secondo KKR, che ha da poco chiuso a 3,1 miliardi di dollari la raccolta del fondo KKR Global Infrastructure Investors II

KKR PUNTA SULLE INFRASTRUTTURE – Il settore delle infrastrutture fa sempre più gola ai grandi investitori privati, come conferma il fatto che KKR abbia annunciate di aver completato la raccolta di 3,1 miliardi di dollari per il fondo KKR Global Infrastructure Investors II che intende identificare, rilevare eseguire e gestire investimenti infrastrutturali con un focus sui paesi dell’Oecd. Il nuovo fondo seguirà la filosofia di gestione di KKR secondo cui esistono, e sempre esisteranno, necessità crescent di sostituire, aggiornare ed espander infrastrutture in tutto il mondo.

ENERGIA, TRASPORTI E RETI DI COMUNICAZIONE – In particolare KKR continuerà a effettuare investimenti nella catena di trasmissione dell’energia, nei sistemi idrici, in strade, ferrovie e aeroporti e in reti di comunicazione. “In un mondo volatile – ha spiegato Marc Lipschultz, responsabile globale della divisione Energy & Infrastructure di KKR -  la nostra strategia per le infrastrutture offre stabilità coniugando redditività corrente e guadagni in conto capitale per gli investitori”. Col closing del nuovo fondo KKR ha circa 5,6 miliardi di dollari di asset under management investiti in infrastrutture, oltre a circa un ulteriore miliardo attraverso co-investimenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi chiusi, missione compiuta per l’Algebris NPL Fund III

Fondi chiusi, nuovo prodotto sui crediti deteriorati per Finint

In arrivo incentivi per gli Eltif

NEWSLETTER
Iscriviti
X