Bot, tassi in rialzo: anche Renzi deve tifare Tsipras

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Luglio 2015 | 12:01
L’asta dei Bot a 12 mesi vede 6,5 miliardi di euro collocati ma a tassi risaliti dallo 0,061% di giugno allo 0,124%. Così anche Matteo Renzi deve tifare per un’intesa Grecia-Ue

ANCHE RENZI DEVE TIFARE TSIPRAS – Tra i sostenitori “silenziosi” della proposta di Alexis Tsipras non può che esservi Matteo Renzi. Lo sostengono alcuni operatori notando come già le tensioni degli scorsi giorni abbiano fatto risalire il rendimento del Btp decennale guida di quasi mezzo punto sopra il rendimento medio annuo indicato nelle previsioni di budget del governo italiano dello scorso aprile. Se l’intesa tra Grecia e creditori non dovesse essere raggiunta e la Grecia essere spinta verso l’uscita dall’euro, il mercato si focalizzerebbe sul successivo paese a rischio e l’Italia.

SE L’INTESA SALTASSE, ITALIA A RISCHIO TASSI – Coi suoi quasi 2.200 miliardi di euro di debito pubblico l’Italia continua infatti ad apparire il vero “elefante nella cristalleria” dell’eurozona, risultando particolarmente vulnerabile a un rialzo dei tassi. Già oggi l’asta di Bot a 12 mesi, collocati per 6,5 miliardi ad un rendimento medio dello 0,124%, ha visto i tassi raddoppiare rispetto allo 0,061% dell’analoga asta del 10 giugno scorso. Se la tendenza dovesse essere confermata a rischio sarebbe la ripresa italiana, a causa della probabile manovra correttiva di bilancio pubblico che dovrebbe a quel punto essere varata dal governo italiano.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Obbligazioni: nuove emissioni sotto il segno del green

Etf, da Invesco un prodotto sui corporate bond Esg

Fondi, da Gam una nuova strategia obbligazionaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X