Fondi, Arpe festeggia con Sator

A
A
A

Più dividendo agli azionisti. Perché l’utile sale spinto dalle commissioni.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino14 luglio 2015 | 06:00

MAXI CEDOLA – Matteo Arpe migliora la redditività del suo gruppo Sator e remunera gli azionisti. Nei giorni scorsi, infatti, l’assemblea di bilancio ha deliberato di distribuire ai soci oltre 4,9 milioni di euro di cedola (0,14 ero ad azione), superiore rispetto al dividendo di 0,13 euro ad azione incassato lo scorso anno. Del resto l’esercizio, l’ottavo dall’inizio delle attività, si è chiuso con un utile netto salito ad oltre 6,7 milioni in confronto ai 6,2 milioni del 2013.

I FONDI – La migliorata redditività di Sator si deve in primo luogo al dividendo di 3,1 milioni ricevuto quasi esclusivamente dal veicolo Sator Capital Ltd, che gestisce i fondi Sator Public Equity Value (Spev) e Sator Private Equity (Spe). Spev, che dalla data di lancio (2008) ha performato il 74,7% rispetto al +30% circa messo a segno dall’Euro Stoxx 600, ha visto Sator nell’ultimo trimestre del 2014 riscattare oltre 48 mila azioni del fondo e incassare 3,7 milioni di proventi straordinari. Spe, invece, è entrata in Banzai, è uscita dall’investimento in Petrovalves e ha acquisito in jointventure con la famiglia Roveda il controllo della quotata Aedes.

UTILE CONSOLIDATO – Significativo pure l’utile consolidato passato anno su anno da 5 a oltre 6,2 milioni, spinto dalle commissioni attive stabili a 12,4 milioni così come le spese amministrative (8 milioni circa). Sator Capital Limited ha generato 10,4 milioni del monte-commissioni, completate dagli 1,9 milioni di fees generate dalla gestione di Sator Immobiliare sgr, partecipata da Carlo Puri Negri al 30,2%, che opera attraverso 3 fondi immobiliari (Flaminia, Emilia, Pompei) con masse pari a 264,3 milioni.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Gross delude a Janus

Fondi, addio alle 3 regine

Consulenti, Banca Ipibi lascia Assoreti

“Voluntary disclosure”, le pratiche accelerano

Promotori, Gerardini in Finanza & Futuro

Voluntary disclosure, proroga in due tempi

Hedge, Busson migliora Gottex

“Voluntary disclosure”, meno di 20.000 domande

Antiriciclaggio: ecco le nuove regole

Campora (Allianz): gestire il cliente “ibrido”

Quel 60% deve far paura a promotori e private

Private banking, Albertini Syz in crescita

Azimut pesca l’asso Latini

“Voluntary disclosure” per gli anni prescritti

Private banking, Santander Italia migliora

Promotori, 2 tappe per Sol&Fin

Superfideuram, fatta la squadra

“Voluntary”, il Fisco alza la posta

Superfideuram, benedizione di Draghi

Giuliani (Azimut): l’Italia può anche colonizzare

Private Banking, Ubs Italia corre

Promotori, la lezione Vanguard-Pimco

Banca, 2 top manager per Bpvi

Fideuram, Colafrancesco presidente

Fondi, il “guru” Gross è deludente

“Voluntary disclosure”, intoppo “waiver”

Fondi, regalone Pioneer a UniCredit

Fondi, Kairos diventa banca

Promotori, elezioni Anasf pronti via!

Azimut, il mistero di BlackRock

Voluntary disclosure, il peso dell’Iva

Fondi, BlackRock ha il mal di testa

Voluntary disclosure nel pantano?

Ti può anche interessare

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

Si conclude il dossier dedicato alla fiscalità dei bitcoin ...

Blue Financial Communication, ricavi in crescita del 72%

Nel primo semestre l’Ebitda risulta pari a 458.609 euro (206.744 nel primo semestre 2017, +122%), ...

Consob, trasparenza con vista 2020

La Commissione ha approvato l’aggiornamento del Piano triennale di prevenzione della corruzione e ...