Ma quale Partenone: la Grecia fornirà garanzie, non beni fisici, ai creditori

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 15 Luglio 2015 | 10:40
Il fondo in cui dovrebbero confluire 50 miliardi di asset pubblici? Funzionerà “più come garanzia”, non esistendo così tanti asset fisici. Dalle privatizzazioni verranno 4 miliardi.

GRECIA: 50 MILIARDI DI ASSET PUBBLICI NON ESISTONO – Gli asset pubblici che dovrebbero finire nel fondo da 50 miliardi di euro a garanzia dei nuovi aiuti che i partner europei si sono impegnati a girare ad Atene nell’arco del prossimo triennio in cambio di alcune riforme e misure di bilancio “ovviamente non esistono”. Lo ha dichiarato in un’intervista a Bloomberg Television il ministro dell’Economia greco, George Stathakis, confermando la sensazione che era subito circolata tra gli analisti al riguardo.

 
FONDO AGIRA’ DA GARANZIA PER NUOVI AIUTI – Il fondo, in sostanza, “funzionerà più come una garanzia” che non come un’agenzia per la vendita di pezzi del patrimonio statale greco, anche perché il programma di privatizzazioni, che pure Alexis Tsipras si è impegnato a far ripartire, dovrebbe generare non più di 4 miliardi di euro di entrate, una cifra molto distante dai 50 miliardi del fondo la cui istituzione è stata richiesta dai creditori europei alla Grecia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Monete, il ruggito del dollaro fa crollare l’euro

L’euro scivola sotto 1,14: frena la crescita in Europa

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Ubs Wealth Management neutrale sull’euro/dollaro

Dollaro a picco dopo ennesimo schiaffo a Trump da parte del Congresso

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

State Street: puntate su euro, bond e borse europee ma attenti alla volatilità

Euro, borse e bond in rialzo grazie ai risultati delle elezioni francesi

Elezioni francesi, evitato il peggio per i mercati

Crowdfunding al decollo

Euro in calo dopo parole Draghi: poca crescita, inflazione non durerà

Mercati, sale la tensione per l’avvicinarsi del referendum italiano

Euro/dollaro verso la parità secondo Deutsche Bank

Koenig: il bail in non aumenta il rischio contagio

Atene, intesa vicina coi creditori

Grecia, crisi infinita: anche l’estate del 2016 pare a rischio come nel 2015

Bce non tocca i tassi sull’euro, come previsto

Eurostat: la crescita è guidata da spesa pubblica e consumi

Da oggi in circolazione le nuove banconote da 20 euro

Hollande dichiara guerra all’Isis: la reazione dei mercati

Draghi (Bce): tre pilastri per la moneta unica

Indice Pmi migliora in Eurolandia e in Italia

Draghi (Bce): a dicembre decideremo sul QE

Eurostat rivede al rialzo la crescita del secondo trimestre

Bce: tassi fermi, il quantitative easing potrebbe durare oltre il 2016

Varate le riforme, Tsipras può trattare per un terzo bailout

Riaprono le banche, Atene rimborsa 6,8 miliardi di debito

Merkel: dopo accordo su terzo bailout possibile ristrutturazione debito greco

Lagarde (Fmi): occorre alleviare il debito greco

Prestito ponte alla Grecia, c’è l’accordo di massima

Fmi: ultime settimane fatali alla Grecia, serve profonda ristrutturazione debito

NEWSLETTER
Iscriviti
X