“Voluntary disclosure” per gli anni prescritti

A
A
A

Il consiglio dei ministri limita il raddoppio dei termini e vara la proroga. Nuova circolare dell’Agenzia delle Entrate.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino17 luglio 2015 | 10:30

“VOLUNTARY DISCLOSURE” SUGLI ANNI PRESCRITTI – Arriva venerdì 17 luglio sul tavolo del consiglio dei ministri, per l’approvazione definitiva, il pacchetto di misure di attuazione della delega fiscale su certezza del diritto, internazionalizzazione e fatturazione elettronica. Attesa da parte del governo una proroga per la procedura di emersione dei capitali prevista originariamente per il 30 settembre.

IL TESTO SULL’ABUSO DEL DIRITTO
– Nel dettaglio, il testo sull’abuso di diritto disciplina la riforma del raddoppio dei termini sull’accertamento fiscale. Per coprire un disallineamento dei tempi di prescrizione, 6 anni nel diritto penale e 4 anni in diritto tributario, si dovrebbe prevedere di estendere i benefici della disciplina di collaborazione volontaria anche a quei contribuenti che si troverebbero non accertabili dal punto di vista tributario ma ancora perseguibili penalmente. L’estensione della “voluntary disclosure” a quei contribuenti per i quali, in relazione alle attività agli imponibili alle imposte e alle ritenute, sono scaduti i termini per la notifica degli atti recanti pretesa impositiva è già oggetto di studio da parte dell’Agenzia delle Entrate.

LA CIRCOLARE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
– Intanto proprio l’Agenzia ha rilasciato nella tarda serata di giovedì 16 luglio una nuova circolare interpretativa sulla procedura (leggi sotto documento sfogliabile). In essa si chiariscono alcuni punti. Tra di essi si specifica che è possibile fare “voluntary” sulle cassette di sicurezza, che i manager di spa e srl non devono fare in proprio la procedura perché la società è obbligata alla tenuta delle scritture contabili. Non solo: sul tema dei conti correnti esteri non dichiarati tutti coloro che hanno delega di firma devono aderire alla “voluntary”.

 

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, Gross delude a Janus

Fondi, addio alle 3 regine

Consulenti, Banca Ipibi lascia Assoreti

“Voluntary disclosure”, le pratiche accelerano

Promotori, Gerardini in Finanza & Futuro

Voluntary disclosure, proroga in due tempi

Hedge, Busson migliora Gottex

“Voluntary disclosure”, meno di 20.000 domande

Antiriciclaggio: ecco le nuove regole

Campora (Allianz): gestire il cliente “ibrido”

Quel 60% deve far paura a promotori e private

Private banking, Albertini Syz in crescita

Azimut pesca l’asso Latini

Private banking, Santander Italia migliora

Fondi, Arpe festeggia con Sator

Promotori, 2 tappe per Sol&Fin

Superfideuram, fatta la squadra

“Voluntary”, il Fisco alza la posta

Superfideuram, benedizione di Draghi

Giuliani (Azimut): l’Italia può anche colonizzare

Private Banking, Ubs Italia corre

Promotori, la lezione Vanguard-Pimco

Banca, 2 top manager per Bpvi

Fideuram, Colafrancesco presidente

Fondi, il “guru” Gross è deludente

“Voluntary disclosure”, intoppo “waiver”

Fondi, regalone Pioneer a UniCredit

Fondi, Kairos diventa banca

Promotori, elezioni Anasf pronti via!

Azimut, il mistero di BlackRock

Voluntary disclosure, il peso dell’Iva

Fondi, BlackRock ha il mal di testa

Voluntary disclosure nel pantano?

Ti può anche interessare

Asset allocation, è la (s)volta degli emergenti

Esistono segnali che indicano la vicinanza a un punto di svolta ...

Mercati, la Turchia non è il vero spauracchio

Dalla Turchia contagio limitato, ma sugli emergenti pesano altre preoccupazioni… ...

Banche popolari, una mano all’economia reale

Si consolida la crescita del credito emesso dagli istituti ...