Il taglio dei tassi cinesi e l’Ifo tedesco fanno ripartire le borse europee

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Agosto 2015 | 13:06
Il taglio dei tassi in Cina offre lo spunto per un primo robusto rimbalzo dei listini europei dopo le ultime pesanti sedute. Brilla ING Groep, in rialzo di oltre il 7%

BORSE ALLA RISCOSSA IN EUROPA – Se il taglio dei tassi annunciato da Pechino stamane non è bastato a bloccare le vendite sui listini asiatici, di certo sembra aver contribuito a cambiare l’umore degli investitori almeno in Europa, dove anche grazie ad alcuni dati macro positivi, come un indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche migliore delle attese, gli ordini d’acquisto sono tornati a prevalere. In attesa della riapertura di Wall Street a Londra gli indici segnano +1,84%, Parigi vola a +4,3%, Francoforte (considerata la piazza più esposta ad una frenata dell’export verso la Cina) rimbalza del 4,33%, mentre Madrid segna +3,66% e Milano balza all’insù del 4,52%.

ING VOLA, SOLO UNIBAIL RODAMCO ARRANCA – Dal canto suo l’Eurostoxx50 (al momento indicato a +3,66%) vede oggi vede solo Nokia (appena sotto i livelli di ieri) e Unibail Rodamco (-5,93%) in rosso, mentre tutti gli altri componenti risalgono con decisione. Tra i migliori, con guadagni pari o oltre il 6% rispetto alla chiusura precedente, Asml Holding, Bmw, Societe Generale, Intesa Sanpaolo e Volkswagen. Sopra a tutti spicca il balzo di ING Groep, che oggi recupera il 7,26%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti