Praet (Bce): aumentano rischi al ribasso sui prezzi, il QE potrebbe essere ampliato

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Agosto 2015 | 12:49
Visti gli sviluppi dello scenario macroeconomico e dei mercati, la Bce potrebbe dover ampliare il programma di acquisto di bond sul mercato per portare l’inflazione vicina al 2%

LA BCE POTREBBE ACCRESCERE QUANTITATIVE EASING – La Bce potrebbe dover ampliare la portata del suo programma di quantitative easing ed è pronta a farlo dato che i rischi di mancare l’obiettivo di riportare l’inflazione vicino alla soglia del 2% sembrano in aumento. Lo ha dichiarato, intervenendo ad un convegno, il membro del Consiglio esecutivo della Bce, Peter Praet.

PRAET: SULL’INFLAZIONE CRESCONO I RISCHI AL RIBASSO – Secondo Praet “gli sviluppi dell’economia mondiale e i mercati delle materie prime hanno accresciuto i rischi al ribasso circa il raggiungimento di una dinamica sostenibile dell’inflazione verso il 2%”. La Bce, ha aggiunto Praet, dovrà anche tener conto dell’accresciuta volatilità dei mercati: “dovremo pensare alle conseguenze sul pricing dei rischi, visto che in qualche modo i mercati incorporeranno questa volatilità” ha concluso il banchiere, spiegano che occorrerà “capire quali sono le conseguenze sulle condizioni finanziarie generali”

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, 4mila esuberi per restare in piedi

Investimenti: tranquilli, nessun aumento a breve dei tassi per la Bce

Asset allocation, Eurozona: Btp un toccasana

NEWSLETTER
Iscriviti
X