Wall Street evita il rosso, ma il Blueindex resta in altalena

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Agosto 2015 | 12:47
Una giornata a due velocità come quella di ieri ha portato i componenti a stelle e strisce del Blueindex a segnare robusti rialzi, ma il segno meno ha nel complesso prevalso

SEDUTA IN ALTALENA PER IL BLUEINDEX – Giornata a corrente alternata ieri sui listini: se l’ulteriore debolezza dell’Asia ha indotto a qualche presa di profitto i listini europei che il giorno prima avevano segnato i maggiori rialzi giornalieri dal 2011, a Wall Street il segno più ha prevalso con rimbalzi rotondi per tutti i principali titoli finanziari. Così sul Blueindex il migliore è risultato Jp Morgan Chase, davanti a Morgan Stanley e a Citigroup, tutti tra il 5% e il 4,8% di rialzo.

BENE COMPONENTI USA, DEBOLI GLI ALTRI – Nel complesso tuttavia il segno negativa ha prevalso con 25 componenti su 40 in calo a fine seduta. Il due peggiori, unici ad aver segnato perdite superiori al 3%, sono stati Henderson Group e Gam Holding, ma anche Ubs Group e Banca Generali hanno sofferto, chiudendo in calo del 2,5% abbondante entrambe.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X