[email protected], InfoCamere aderisce al Nodo dei Pagamenti-SPC

A
A
A
di Diana Bin 17 Settembre 2015 | 06:50
Dal 31 agosto l’istituto di pagamento della società di informatica delle Camere di Commercio Italiane ha ottenuto dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) la certificazione alla piattaforma [email protected]

LA CERTIFICAZIONE InfoCamere scende in campo nella partita della digitalizzazione dei servizi di pagamento. Dal 31 agosto scorso l’istituto di pagamento della società di informatica delle Camere di Commercio Italiane – www.iconto.infocamere.it – ha ottenuto dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AGID) la certificazione alla piattaforma [email protected], nell’ambito dell’infrastruttura di interconnessione tra pubblica amministrazione e prestatori di servizi di pagamento denominata Nodo dei Pagamenti-SPC.

LA PIATTAFORMA
– La certificazione alla nuova piattaforma tecnologica, che consente a cittadini e imprese di effettuare pagamenti su tutto il territorio nazionale, qualifica dunque InfoCamere come Prestatore di Servizi di Pagamento: tra i servizi che gli utenti possono pagare per via telematica tramite l’Istituto di pagamento InfoCamere ci sono quelli erogati dalla piattaforma Registroimprese.it, quelli derivanti dagli adempimenti dello Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) e i pagamenti di tasse e imposte con l’F24 telematico. Con l’accreditamento a [email protected], i servizi dell’istituto di pagamento InfoCamere saranno a disposizione di tutti gli utenti che intendono effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione.

IL COMMENTO
– “Questo nuovo riconoscimento rientra nel piano di sviluppo dei servizi digitali che InfoCamere ha avviato con l’obiettivo di giocare un ruolo di primo piano nell’ambito della sfida della digitalizzazione del Paese”, ha commentato il presidente Giancarlo Cremonesi (nella foto).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La sfida globale dei dati

InfoCamere, un 2018 in crescita

Nel “cassetto digitale” arriva anche la visura in inglese

NEWSLETTER
Iscriviti
X