Approfittare dei tassi bassi per tagliare il debito pubblico

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Settembre 2015 | 11:35
L’ultimo Bollettino Economico della Banca centrale europea offre a Italia, Belgio, Francia, Irlanda e Portogallo, un suggerimento: usate i bassi tassi per ristrutturare il debito

BCE: SFRUTTARE TASSI BASSI PER RIDURRE DEBITO – Il risparmio di interessi che il quantitative easing portato avanti dalla Bce sta consentendo a paesi molto indebitati come l’Italia va sfruttato per ridurre il disavanzo. Lo scrive la stessa Banca centrale europea nel suo ultimo Bollettino economico esortando i “paesi che registrano un elevato rapporto tra debito delle amministrazioni pubbliche e Pil (Belgio, Francia, Italia, Irlanda e Portogallo)” a “utilizzare eventuali disponibilità straordinarie, connesse a una spesa per interessi inferiore alle attese, per la riduzione del disavanzo”.

I DEBITORI PER ORA NON CI SENTONO – Al momento per contro la Bce nota che “anziché impiegare i risparmi così conseguiti per accelerare l’aggiustamento del disavanzo, diversi stati membri hanno aumentato la spesa primaria (ovvero la spesa pubblica al netto degli interessi) rispetto ai piani originari”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: Bce forse pronta a rottamare il Pepp

Banche, ai soci 6mld di cedole

Le tre variabili per la Germania

NEWSLETTER
Iscriviti
X