Credit Suisse aggiusta i pesi in portafoglio

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Settembre 2015 | 15:32
Vista anche la differente esposizione ai mercati emergenti la banca svizzera suggerisce di ridurre il sovrappeso in Giappone ed Europa e limare il sottopeso su Wall Street

MENO GIAPPONE ED EUROPA, PIU’ USA – Con l’autunno è tempo di aggiustare i portafogli modello e gli esperti del Credit Suisse non si sottraggono alla tradizione. In un report distribuito oggi il broker svizzero si concentra sui principali mercati sviluppati azionari mondiali riducendo il sovrappeso finora indicato per il Giappone e per i mercati europei, rimanendo a benchmark per il mercato inglese e riducendo la sottoesposizione a Wall Street.

GERMANIA DA RIDURRE, SPAGNA DA INCREMENTARE
– Le mosse tengono già conto delle recenti turbolenze emerse sui mercati emergenti e dei timori di un rallentamento della crescita di tali aree. In Europa, in particolare, l’idea di fondo continua ad essere quella di rimanere sovra pesati sui listini azionari dell’area dell’euro, ma mentre si suggerisce di ridurre al benchmark il peso della Germania e di rimanere sotto pesati in Francia, si segnala come possa valer la pena di aumentare l’esposizione alla Spagna e come l’Italia continui a piacere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, il wealth manager si racconta

Banche: Credit Suisse cambia il sistema di remunerazioni

Credit Suisse, cadute e riorganizzazioni

NEWSLETTER
Iscriviti
X