Le quotazioni tornano a scendere a Piazza Affari

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Settembre 2015 | 15:40
I deludenti dati sugli utili delle aziende cinesi fanno scattare nuove vendite sui principali listini europei e a Wall Street. A Milano in affanno Ubi Banca, Azimut e Mps

PIAZZA AFFARI TORNA A SCENDERE – I timori generati da utili deludenti da parte delle società cinesi che ridanno fiato a chi teme una frenata più marcata del previsto della seconda economia mondiale si abbattono sui listini europei e su Wall Street, deprimendoli nuovamente. A Milano l’indice Ftse Mib cede a fine giornata il 2,72%, mentre il Ftse Italia All-Share perde il 2,49% e il Ftse Italia Star chiude a -2,29%.

FINANZIARI INDIETRO TUTTA – Nessuna blue chip a fine giornata riesce a segnare una variazione positiva, mentre i risultati peggiori sono appannaggio dei titoli finanziari ancor più dei ciclici. Così Ubi Banca con un calo del 5,8% indossa la maglia nera, seguita da Azimut (-5,72%), Mediolanum (-5,14%) e Mps (-5,02%) cui non riesce a far bene neppure il rialzo del target price da parte di Bnp Exane da 2,7 a 2,8 euro, con giudizio confermato a “outperform”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, il wealth manager si racconta

Azimut LB, una nuova visione per il portafoglio

Azimut LI, un nuovo investimento all’insegna della digitalizzazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X