Twitter piace a Alwaleed, che sale sopra il 5%

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 7 Ottobre 2015 | 11:31
L’investitore saudita Alwaleed Bin Talal è salito oltre il 5% nel capitale di Twitter. Ma gli analisti restano scettici, in attesa dei risultati dell’annunciata ristrutturazione

ALWALEED PUNTA SU TWITTER – Il principe saudita Alwaleed Bin Talal, anche attraverso la sua finanziaria Kingdom Holding, ha incrementato la propria partecipazione in Twitter oltre il 5%, portandola a 35 milioni di titoli in tutto e diventando così il secondo maggior investitore presente nel capitale del canarino azzurro che in questi giorni ha visto un avvicendamento al vertice con la nomina di Jack Dorsey, fondatore di Twitter già allontanato un paio di volte dalla società, quale nuovo Ceo. La nomina aveva in verità creato non poche perplessità tra molti analisti, visto che Dorsey resterà Ceo anche di Square, startup specializzata in pagamenti tramite dispositivi mobili.

DORSEY PREPARA RISTRUTTURAZIONE – Ad attrarre Alwaleed potrebbero essere state le quotazioni relativamente modeste del titolo, che ai livelli attuali, di poco superiori ai 28 dollari, restano poco distanti dai 26 dollari del collocamento di due anni e mezzo fa (mentre sono nettamente inferiori al picco registrato negli ultimi 12 mesi di 55,99 dollari), o forse le dichiarazioni di Dorsey, che pare intenzionato a rivoluzionare a fondo sia Twitter sia le sue app video Periscope e Vine per far crescere gli utenti attivi e cercare di riagganciare quanto meno Instagram, che di recente ha superato il sito di microblogging quanto a utenti attivi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X