A Milano più di Poste Italiane brilla Enel Green Power

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 27 Ottobre 2015 | 11:34
Poste Italiane cerca di mantenersi sul prezzo di collocamento al debutto a Piazza Affari. Bene Enel Green Power, su ipotesi di integrazione con Enel, e Yoox Net a Porter Group

MILANO RESTA SUI BLOCCHI, BENE ENEL GREEN POWER – Piazza Affari vive una giornata poco convinta, con il Ftse Mib che passato mezzogiorno segna +0,16%, mentre il Ftse Italia All-Share oscilla a +0,13% e il Ftse Italia Star cede lo 0,28%. Tra le blue chip si mettono in luce Enel Green Power, sui massimi degli ultimi 12 mesi su ipotesi di integrazioni confermate dalla capogruppo (che però in una nota ha escluso ogni ipotesi di Opa o Ops), Yoox Net a Porter Group (inserito da Goldman Sachs nella sua lista europea di titoli da acquistare) e A2A con rialzi attorno al 3%.

LUXOTTICA DELUDE, POSTE NON FA SCINTILLE – Da parte sua Luxottica cede il 2,5% dopo i risultati della trimestrale diffusi ieri sera a mercati chiusi, mentre Eni e Saipem soffrono il calo del prezzo del greggio perdendo oltre un punto a testa. Al giorno del debutto Poste Italiane si conferma a 9,75 euro, prezzo di collocamento, non senza qualche incertezza iniziale, con qualche delusione che sembra serpeggiare tra gli investitori che si aspettavano qualche rialzo almeno oggi. Buoni i volumi, con quasi 72 milioni di pezzi già scambiati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Domani Fineco entra nel Ftse Mib. I prossimi target tecnici del titolo

Saipem vola a Piazza Affari

Milano chiude in rosso una giornata altalenante, bene Enel Green Power

NEWSLETTER
Iscriviti
X