Le tensioni estive pesano sugli investimenti di Norges Bank

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 28 Ottobre 2015 | 11:03
Solo l’indebolimento della corona norvegese ha consentito a Norges Bank Investment Management di chiudere il terzo trimestre con un valore degli asset in crescita

INVESTIMENTI AZIONARI PERDONO, BENE IMMOBILI E REDDITO FISSO – Norges Bank Investment Management, il braccio dell’omonimo fondo sovrano norvegese che gestisce materialmente il fondo, ha annunciato che nel terzo trimestre dell’anno il valore dei propri investimenti è calato di quasi il 5% a causa delle perdite subite dagli investimenti azionari (-8,6%), influenzati dalle turbolenze dei mercati degli scorsi mesi, solo in parte compensati dagli incrementi di valore degli investimenti a reddito fisso (+0,5%) e del portafoglio immobiliare (+3%).

CORONA DEBOLE AIUTA A RECUPERARE VALORE – In particolare il valore del portafoglio del fondo si è ridotto di 273 miliardi di corone norvegesi (circa 32,17 miliardi di euro) non tenendo conto dell’effetto cambio. Sommando invece l’effetto dell’indebolimento della corona norvegese (che ha pesato positivamente per 382 miliari di corone) il valore complessivo del patrimonio del fondo è salito a 7.019 miliardi di corone al 30 settembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Coronavirus, fondi sovrani e investitori istituzionali mantengono l’esposizione agli asset di rischio

Private equity, le previsioni per il 2020

Come investono Fondi Sovrani e le Banche Centrali

NEWSLETTER
Iscriviti
X