Mattinata dominata dalle trimestrali sui listini europei

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Novembre 2015 | 12:44
Mattinata dominata dalle trimestrali: quella di Vivendi non convince e trascina il titolo al ribasso, mentre gli annunci di e.On e Carlsberg piaccino al mercato e i titoli ripartono

BORSE IN RIPRESA, TRANNE ATENE E MOSCA – Mattinata positiva per i listini europei, che al giro di boa vedono nuovi acquisti affiorare dopo le prese di profitto della vigilia. Londra oscilla a +0,55%, nonostante sembri crescere l’incertezza circa la permanenza della Gran Bretagna nella Ue, Parigi guadagna l’1,05%, Francoforte è indicata a +1,36%, Madrid oscilla a +0,96% e Milano segna +0,60%. Tra i pochi segni negativi Atene (-1,04%) e Mosca (-0,60%). L’Eurostoxx50 sale dell’1,14% a sua volta.

RWE E E.ON RIPARTONO, VIVENDI CADE – Tra le blue chip europee Rwe ed e.On (che ha chiuso il terzo trimestre in rosso di circa 7 miliardi complice la svalutazione straordinaria da 8,3 miliardi delle centrali a carbone e gas ma ha confermato le attese di utili al netto di poste straordinarie tra 1,4 e 1,8 miliardi a fine anno e la politica dei dividendi) guadagnano oltre il 4% a testa, mentre Lvmh, L’Oreal e Bayer salgono di oltre 2 punti. Dei 50 componenti del paniere solo 3 al momento sono in calo: Daimler, appena sotto la chiusura di ieri, Deutsche Post, che perde l’1,55%, e Vivendi, in rosso del 6,19% dopo una trimestrale peggiore delle attese di consenso. Tra gli altri titoli corre Carlsberg  (+7,64%), dopo che il produttore di birra danese ha annunciato una nuova maxi svalutazione da 1,4 miliardi di dollari ed annunciato 2 mila esuberi, pari al 15% dello staff, per sostenere la crescita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Carlsberg rinnova per due anni con la Juventus

NEWSLETTER
Iscriviti
X