Via libera dei soci PartnerRe all’offerta di Exor

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Novembre 2015 | 15:13
Exor ce l’ha fatta: gli azionisti di PartnerRe approvano l’accordo raggiunto in agosto che prevede l’acquisizione della società in base a una valutazione di 6,9 miliardi di dollari

SOCI PARTNER RE ACCETTANO OFFERTA EXOR – E’ stata lunga, ma alla fine Exor, la holding di investimento del gruppo Agnelli che forte di un patrimonio netto (Nav) di circa 12 miliardi di euro detiene tra l’altro le partecipazioni di controllo di Fiat Chrysler Automobiles e Cnh Industrial, ce l’ha fatta. Una nota segnala che l’assemblea straordinaria degli azionisti di PartnerRe, svoltasi oggi a Pembroke (Bermuda), ha approvato l’accordo di fusione firmato da Exor lo scorso 2 agosto.

ACQUISIZIONE SARA’ PERFEZIONATA NEL 2016
– Come già annunciato, l’accordo prevede l’acquisizione di tutte le azioni ordinarie di PartnerRe in circolazione al prezzo di 137,50 dollari per azione in contanti, più un dividendo speciale di 3 dollari per azione, per un controvalore complessivo di 140,50 dollari per azione, pari a una valorizzazione di PartnerRe di circa 6,9 miliardi. Exor ha fatto anche sapere di avere già ottenuto tutte le autorizzazioni di legge da parte delle autorità antitrust e di aver iniziato a ricevere le autorizzazioni da parte delle autorità assicurative necessarie per il perfezionamento dell’operazione. Exor confida di ottenere le rimanenti autorizzazioni delle autorità assicurative nei tempi previsti e conferma pertanto che il perfezionamento dell’operazione è atteso nel primo trimestre del 2016.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Exor: Standard Ethics conferma il rating E

Exor riprende la corsa in scia al debutto di Stellantis

Exor allunga il passo a Piazza Affari. I prossimi obiettivi tecnici

NEWSLETTER
Iscriviti
X