Via libera dei soci PartnerRe all’offerta di Exor

A
A
A

Exor ce l’ha fatta: gli azionisti di PartnerRe approvano l’accordo raggiunto in agosto che prevede l’acquisizione della società in base a una valutazione di 6,9 miliardi di dollari

Luca Spoldi di Luca Spoldi19 novembre 2015 | 15:13

SOCI PARTNER RE ACCETTANO OFFERTA EXOR – E’ stata lunga, ma alla fine Exor, la holding di investimento del gruppo Agnelli che forte di un patrimonio netto (Nav) di circa 12 miliardi di euro detiene tra l’altro le partecipazioni di controllo di Fiat Chrysler Automobiles e Cnh Industrial, ce l’ha fatta. Una nota segnala che l’assemblea straordinaria degli azionisti di PartnerRe, svoltasi oggi a Pembroke (Bermuda), ha approvato l’accordo di fusione firmato da Exor lo scorso 2 agosto.

ACQUISIZIONE SARA’ PERFEZIONATA NEL 2016
– Come già annunciato, l’accordo prevede l’acquisizione di tutte le azioni ordinarie di PartnerRe in circolazione al prezzo di 137,50 dollari per azione in contanti, più un dividendo speciale di 3 dollari per azione, per un controvalore complessivo di 140,50 dollari per azione, pari a una valorizzazione di PartnerRe di circa 6,9 miliardi. Exor ha fatto anche sapere di avere già ottenuto tutte le autorizzazioni di legge da parte delle autorità antitrust e di aver iniziato a ricevere le autorizzazioni da parte delle autorità assicurative necessarie per il perfezionamento dell’operazione. Exor confida di ottenere le rimanenti autorizzazioni delle autorità assicurative nei tempi previsti e conferma pertanto che il perfezionamento dell’operazione è atteso nel primo trimestre del 2016.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari in altalena, recuperano gli industriali, banche e Saipem ancora giù

Exor: prima riduciamo il debito, poi penseremo ad acquisizioni

Avvio di settimana negativa per la borsa di Milano

Piazza Affari, mattinata senza grandi emozioni ma brilla Stmicroelectronics

Piazza Affari chiude a -2,59%, banche e ciclici sotto schiaffo

Piazza Affari perde quota: Exor brilla, Tenaris e Saipem soffrono

Exor numero uno in fatturato e debiti, Eni per gli utili

Exor esce da Banijay con una buona plusvalenza

A Milano si salva il lusso, giù tutto il resto

Milano in calo, in scia a Exor e Unicredit

A Miano brillano Exor e Fca, debole il lusso

Milano chiude in calo di oltre 3 punti

I conti di PartnerRe non brillano nel trimestre

Exor parla anche con l’Economist

Milano attende Wall Street, Saipem soffre ancora

Exor brilla, Mps e Azimut faticano

Milano in rialzo al netto dei dividendi, bene gruppo Agnelli

Exor tira il fiato ma resta sotto i riflettori in Borsa

Milano prosegue la corsa grazie anche alla Bce

Milano evita il rosso, Mps limita la caduta

A Milano prosegue la caduta dei titoli bancari

Exor approva il bilancio, dividendo da 33,5 centesimi

Dexia Asset Management Top Funds febbraio 2014

Exor: utile a 25,1 milioni

Agnelli, oggi in cassaforte cambia tutto

Exor investe sul mattone

Exor, perdita netta a 388,9 milioni

Exor chiude in perdita, ma guadagna in patrimonio

Promotori Finanziari – Elkann conferma l'interesse su Fideuram

Ti può anche interessare

Come sfruttare lo spread per far crescere i risparmi

Sale lo spread? Ecco come approfittarne con gli Etf a Piazza Affari ...

Conte e la promessa della pace fiscale

Il premier garantisce sul fisco e getto acqua sul fuoco del caso Di Maio-Tria ...

Azimut: “Piano di acquisto completato da 1.200 colleghi”

Quasi 1.200 colleghi partecipanti al patto di sindacato hanno completato il piano di acquisto di azi ...