S&P, solo il 33% della popolazione mondiale capisce di finanza

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 20 Novembre 2015 | 09:12
Male l’Italia: da noi solo il 37% degli adulti possiede un buon livello di educazione finanziaria. Il nostro Paese fa peggio di Francia (52%) e Spagna (49%).

INDAGINE GLOBALE – Nel mondo solo un adulto su tre, pari al 33% della popolazione, è alfabetizzato dal punto di vista finanziario: è quanto emerge da un’indagine condotta da Standard&Poor’s in collaborazione con Gallup, World Bank e Global Financial Literacy su un campione di 150mila persone in oltre 140 Paesi del mondo. E dire che le domande rivolte al pubblico, a proposito di quattro concetti di base (diversificazione del rischio, inflazione, interesse e interesse composito) erano molto semplici: tuttavia, la maggior parte degli intervistati, specie quelli residenti nei Paesi in via di sviluppo, non ha mostrato un livello accettabile di alfabetizzazione. 

MALE L’ITALIA – In testa alla classifica troviamo Paesi come Australia, Canada, Danimarca, Finlandia, Germania, Regno Unito, Israele, Norvegia, Svezia e Paesi Bassi, in cui almeno il 65% del campione ha risposto correttamente a tre domande su quattro. Male l’Italia: da noi solo il 37% degli adulti possiede un buon livello di educazione finanziaria. Il nostro Paese fa peggio di Francia (52%) e Spagna (49%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Standard&Poor’s, il sistema bancario italiano è frammentato e agli stranieri non interessa

NEWSLETTER
Iscriviti
X