Old Mutual brilla in una seduta dal finale nervoso

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Novembre 2015 | 12:26
Le parole di Draghi avevano fatto aprire bene la giornata di venerdì, ma le tensioni legate alle minacce terroristiche in Francia e Belgio hanno finito col far scattare alleggerimenti

OLD MUTUAL TORNA A METTERSI IN LUCE – Old Mutual torna a mettersi in mostra sul Blueindex, chiudendo la seduta di venerdì 20 novembre in rialzo del 2,42% e staccando così il secondo miglior componente del paniere, Raiffeisen International, che si “accontenta” dell’1,91% di rialzo, a sua volta lasciando indietro Henderson Group (+1,31%) e Hsbc (+1,13%), unici altri titoli a superare l’1% di guadagno a fine giornata.

BANCHE NERVOSE SUL FINALE DI SEDUTA – In coda al paniere venerdì hanno chiuso Unicredit, in rosso di un paio di punti percentuali, mentre Natixis, Credit Suisse e Barclays Bank hanno perso tra il 2,85% e il 3,50% a testa al termine di una giornata che ha visto nuovamente crescere un certo nervosismo a causa delle operazioni antiterrorismo in Francia e Belgio, nonostante un inizio promettente sulle reiterate dichiarazioni di Mario Draghi circa l’intenzione della Bce di fare tutto ciò che sarà necessario per rialzare l’inflazione core verso il 2% annuo indicato come auspicabile nello statuto della stessa Banca centrale europea.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Hsbc Holding paga 100 milioni di dollari per causa legata alla vicenda Libor

Bluerating: Unicredit si riporta in testa, Barclays, Gam e Old Mutual perdono quota

Blueindex: BlackRock si porta in testa, ma tutti attendono la Bce

NEWSLETTER
Iscriviti
X