Usa: rivista al rialzo stima Pil III trimestre, +2,1%

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 24 Novembre 2015 | 14:05
Il Pil Usa nel terzo trimestre è salito del 2,1% e non dell’1,5% come indicato dalla prima stima. La crescita pare abbastanza salda perchè la Federal Reserve alzi i tassi a dicembre

PIL USA DEL TERZO TRIMESTRE COME DA ATTESE – Il Prodotto interno lordo (Pil) in termini reali degli Usa è cresciuto ad un tasso annualizzato del 2,1% nel terzo trimestre del 2015, in base alla seconda stima elaborata dal Bureau of Economic Analysis. Nel second trimestre il Pil era cresciuto ad un tasso annualizzato del  3,9%. Il dato si è rivelato in linea con le attese di consenso, migliorando decisamente l’1,5% indicato dalla prima stima il mese scorso, in particolare grazie a un calo delle scorte meno marcato di quanto inizialmente stimato (-0,59% contro -1,44%).

LA CRESCITA APPARE SUFFICINTEMENTE ROBUSTA
– Leggermente meno brillante l’andamento dei consumi, che comunque crescono del 3% annualizzato (dal 3,2% indicato un mese fa), mentre la sola domanda privata segna +3,1% (da +3,2%). Col dato odierno secondo gli operatori di Wall Street crescono le probabilità di una lettura finale del Pil 2015 in crescita di almeno il 2% nel secondo semestre, attorno al suo potenziale a lungo termine, e pertanto che la Federal Reserve giudichi sufficientemente robusta la ripresa per iniziare a metà dicembre ad alzare i tassi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ripresa in Europa e Usa, un quarto trimestre da dimenticare

Dalla riunione della Bce ai dati sulla produzione industriale, l’agenda della settimana

Vaccini, il “Jurassic Park” dei mercati

NEWSLETTER
Iscriviti
X