Wells Fargo: stress per settore petrolifero solo agli inizi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 14 Dicembre 2015 | 15:37
Per il responsabile del corporate banking di Wells Fargo, prima banca al mondo per capitalizzazione, gli stress del settore petrolifero causeranno cessioni e aumenti

WELLS FARGO VEDE ULTERIORI STRESS NELL’ENERGIA – Kyle Hranicky, responsabile del corporate banking di Wells Fargo, la più grande banca al mondo per capitalizzazione di mercato, ha lanciato un allarme sugli “stress” di cui soffre il portafoglio energia della banca, dato che la prolungata fase di ribasso delle quotazioni inizia a impattare pesantemente su produttori e fornitori di servizio al settore petrolifero.

SARANNO NECESSARIE CESSIONI E AUMENTI DI CAPITALE – Per questo, ha spiegato in un’intervista al Financial Times Hranicky, che ha passato nove anni ai vertici del Wells Fargo Energy Group prima di essere nominato responsabile della divisione corporate banking lo scorso maggio, la banca ha già avviato da mesi discussioni coi clienti per preservare la liquidità e ridurre il limite dei prestiti. “Alcuni hanno liquidità a sufficienza per sopravvivere al ciclo, ma gli altri finiranno significativamente sotto stress e potrebbero dover procedere a dismissioni o ad aumenti di capitale” ha aggiunto il banchiere d’affari secondo cui questo ciclo “sembra più profondo e più vasto e potrebbe durare più a lungo dei precedenti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Petrolio in trading range dopo il meeting dell’Opec. I target tecnici e gli Etc a Milano

Mercati: petrolio, meeting dell’Opec in balìa dell’Arabia. I target e gli Etc sul Brent

Mercati, il petrolio rischia di scivolare ancora. Tutti gli Etp in Borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X