Sorgente Sgr trova la via per sbarcare in borsa, tramite Nova Re

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Dicembre 2015 | 19:26
Sorgente Sgr acquista per 2,8 milioni Nova Re da Aedes Siiq e si prepara a lanciare un’Opa sul capitale residuo. L’idea è però di mantenere il titolo in borsa e conferirgli immobili

AEDES CEDE NOVA RE PER 2,8 MILIONI – Come anticipato nel weekend dalla stampa italiana, Aedes Siiq ha siglato un accordo per cedere a Sorgente Sgr la partecipazione pari all’80,29% finora detenuta in Nova Re, per un corrispettivo di 2,8 milioni (pari a 0,2593 euro per azione), di cui 0,5 milioni già corrisposti oggi, mentre il saldo di 2,3 milioni sarà pagato alla sigla del contratto definitivo, prevista per il 29 dicembre. Dopo l’annuncio Nova Re cede il 2,3% a 0,4851 euro per azione.

SORGENTE SGR POTREBBE CONFERIRE IMMOBILI – L’operazione sarà seguita dal lancio di un’Opa da parte di Sorgente Sgr sul capitale sociale residuo di Nova Re allo stesso prezzo (a 0,2593 euro per azione), con l’intenzione di mantenere quotata Nova Re e richiederne la trasformazione in Siiq. Aedes ha sottolineato come la cessione della Siiq (ormai un veicolo vuoto per quanto finanziariamente ben strutturato) rientri nelle attività del piano di dismissione degli asset ormai non più strategici per il gruppo. Sorgente da parte sua potrebbe conferire a Nova Re una volta trasformata in Siiq il portafoglio costituito da 17 immobili di pregio che era stato allestito in vista dell’Ipo del gruppo in calendario a ottobre, ma poi ritirata per una domanda ritenuta insoddisfacente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X