Milano in rosso in scia a Fca, Blue Financial Communication tiene

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Dicembre 2015 | 16:53
Fiat Chrysler Automobiles cede il 5% al termine di una seduta complicata dalla ripresa delle vendita a Wall Street in vista dell’annuncio sui tassi della Fed. Bene A2a e Ubi Banca

MILANO APRE SETTIMANA IN DECISO RIBASSO – Finale di giornata decisamente sottotono per Milano che vede il Ftse Mib cedere il 2,42% sui minimi della seduta, mentre il Ftse Italia All-Share segna -2,30%, il Ftse Italia Star limita i danni a -1,20% e il Ftse Aim Italia chiude a -1,06%, complice anche un avvio di settimana in rosso per Wall Street dove l’S&P500 torna sotto quota 2 mila, con la ripresa della vendita dei bond “junk” in vista del primo rialzo dei tassi da oltre sei anni a questa parte, atteso per mercoledì prossimo al termine del Fomc che si aprirà domani.

BENE A2A E UBI BANCA, TONFO DI FCA, SI DIFENDE BFC – Tra le blue chip italiane solo A2A e Ubi Banca conservano fino alla fine rialzi superiori al punto percentuale, mentre Yoox Net a Porter e Atlantia si accontentano di chiudere poco sopra i livelli di venerdì. In deciso calo tutte le altre a partire da Fiat Chrysler Automobiles, Stmicroelectronics e Buzzi Unicem, tutti in rosso tra i 4 e i 5 punti a testa, con Mps che finisce a -3,99% e Azimut che fa poco meglio (-3,44%).  In una giornata difficile Blue Financial Communication (Bfc) sull’Aim Italia si difende e cede il mezzo punto guadagnato venerdì al suo debutto, tornando sui 2 euro per azione del collocamento con scambi per un controvalore di poco superiore ai 24 mila euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti