Milano non si sbilancia, stasera la Fed potrebbe alzare i tassi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 16 Dicembre 2015 | 10:12
Piazza Affari cauta in attesa di vedere se stasera come previsto la Federal Reserve inizierà ad alzare i tassi Usa per la prima volta da oltre 7 anni. Male A2A, sale UnipolSai

MILANO ATTENDE LA FED – Mattinata che come prevedibile sta scivolando via all’insegna dell’attesa a Piazza Affari, mentre si attende che stasera la Federal Reserve annunci quello che potrebbe essere il primo di almeno quattro rialzi che da qui ai prossimi 12 mesi potrebbero portare attorno all’1% il costo del denaro negli Usa, rimasto a zero fin dalla crisi del 2008. Il Ftse Mib per ora segna -0,10%, il Ftse Italia All Share oscilla a -0,08%, mentre restano in moderato rialzo il Ftse Italia Star (+0,42%) e il Ftse Aim Italia (+0,07%).

UNIPOL RIMBALZA, A2A SOFFRE IL GIUDIZIO DI CITIGROUP – Tra le blue chip tricolori sono in recupero di oltre un punto UnipolSai, Salvatore Ferragamo e Azimut, mentre A2A perde il 4,22% dopo che Citigroup ha tagliato il giudizio da “buy” a “neutral con un prezzo obiettivo ridotto da 1,50 a 1,30 euro per azione. Deboli anche Bper, Mps, Prysmian ed Exor, tutti tra l’1,5% e il 2% di perdita. Sull’Aim Italia il titolo Blue Financial Communication perde un altro centesimo e si porta a 1,97 euro (-0,51%), nuovo minimo storico, con volumi sempre molto sottili.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mattinata sottotono per Piazza Affari, in rosso le banche

Piazza Affari: Azimut corre, ma gli indici chiudono in rosso

Piazza Affari in modesto rialzo, brilla A2A ma Banco Popolare cala ancora

NEWSLETTER
Iscriviti
X