Bpm si mette in luce in una seduta sottotono a Milano

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Dicembre 2015 | 17:11
L’ultima settimana del 2015 si apre all’insegna della prudenza tra scambi modesti e indici che oscillano poco sotto i livelli delle vigilia per tutta la giornata a Milano

GIORNATA IN ALTALENA PER GLI INDICI DI MILANO – Seduta altalenante per gli indici di Piazza Affari con volumi di scambi che restano modesti complice il clima semifestivo. A fine giornata il Ftse Mib chiude in calo dello 0,41%, il Ftse Italia All-Share cede lo 0,27%, il Ftse Italia Star segna +0,25% e il Ftse Aim Italia resta a +0,02%.

BPM E MEDIASET BRILLANO, MALE TENARIS – Tra le blue chip italiane tornano a mettersi in evidenza i finanziari, con Bpm (a +1,71%) e Unipol (che termina a +1,27%) davanti a tutti. Bene anche Mediaset (che attraverso Mediamond da gennaio raccoglierà pubblicità anche per le emittenti radiofoniche Radio 105, Virgin Radio e Rmc), che come Azimut chiude a +0,88%. II nuovo tonfo del petrolio, tornato sotto i 37 dollari al barile, pesa sui titoli del comparto con Tenaris in calo dell’1,86%, peggio di Stm, Moncler, Saipem e Prysmian, tutti in rosso di oltre un punto a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banco Bpm, Castagna: il terzo polo non ci ossessiona

Banche: diminuiscono le società, aumentano gli utili

Cimbri, l’ascesa del condottiero del Multiasset

NEWSLETTER
Iscriviti
X