Julius Baer trova l’accordo di massima col fisco Usa

A
A
A
di Luca Spoldi 30 Dicembre 2015 | 09:40
Julius Baer annuncia il raggiungimento di un accordo di massima con le autorità Usa per chiudere la vicenda legata ad consulenze date a clienti statunitensi per evadere le tasse

JULIUS BAER RAGGIUNGE ACCORDO COL FISCO USA – Una nota di Julius Baer Group annuncia che l’istituto svizzero ha raggiunto, come previsto, un accordo di massima col fisco americano per risolvere la controversia sorta in seguito alle consulenze fornite ad alcuni clienti americani per evadere le tasse. Già a giugno Julius Baer aveva accantonato 350 milioni di dollari in previsione della transazione.

ALL’INTESA SERVE OK DAL MINISTERO DI GIUSTIZIA – Ora la banca ha dovuto aumentare le proprie riserve da 197,25 milioni di dollari a 547,25 milioni, che saranno contabilizzati sul 2015. L’accordo, raggiunto col pubblico ministero del distretto sud di New York, dovrà essere ratificato dal Dipartimento di Giustizia americano, il cui giudizio è atteso entro il primo trimestre 2016.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute e fisco: un nuovo disegno di legge in Italia

Investimenti, NFT: lo stallo normativo e i nodi da sciogliere con il fisco

Criptoinvestitori, il fisco vi osserva

NEWSLETTER
Iscriviti
X