Dati macro cinesi affondano listini asiatici

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 4 Gennaio 2016 | 10:06
Pessimo inizio d’anno per i listini asiatici: nuovi deludenti dati macroeconomici cinesi portano a pesanti vendite su tutti i listini azionari della regione

IL 2016 PARTE SOTTO CATTIVI AUSPICI PER L’ASIA – Inizio d’anno tra i peggiori di sempre per i mercati asiatici, complici nuovi dati macro relativi al settore manifatturiero cinese che hanno fatto scattare stamane pesanti vendite e portato ad una interruzione automatica degli scambi sul nuovo circuito cinese di scambio di azioni, future e opzioni sull’indice Csi 300 che proprio oggi debuttava.

PESANTI CALI SU TUTTI I LISTINI DELLA REGIONE – Lo stop è scattato dopo una caduta degli indici superiore al 5%, ma il calo è poi proseguito, così a fine seduta Shanghai ha segnato -6,86%, Shenzen ha perso l’8,22%, mentre l’indice Csi 300 ha chiuso a -7,02%. Il capitombolo ha colpito anche Hong Kong (-3,31%), Taiwan (-2,68%), Bombay (-1,89%) e Tokyo (dove l’indice Nikkei225 ha terminato a 18.450,98 yen, in rosso del 3,06%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ripresa in Europa e Usa, un quarto trimestre da dimenticare

Dalla riunione della Bce ai dati sulla produzione industriale, l’agenda della settimana

Vaccini, il “Jurassic Park” dei mercati

NEWSLETTER
Iscriviti
X