Bpm in vetta al Blueindex, soffono i titoli a stelle e strisce

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Gennaio 2016 | 15:49
Bpm resta al centro dei giochi per la prossima tornata di fusioni e acquisizioni bancarie in Italia e sale in vetta al Blueindex. Sotto pressione i titoli Usa come Janus Capital

BPM SI METTE DI NUOVO IN LUCE – Il risiko del settore bancario popolare italiano? Partirà dalla Lombardia, comunque vada. Dopo giorni di indiscrezioni il mercato sembra infatti essersi convinto che la nuova fase di fusioni e integrazioni si aprirà con la partita che vede Bpm possibile preda o di Banco Popolare o, in subordine, di Ubi Banca. Così proprio Bpm ieri è tornata in vetta al Blueindex con un rialzo del 5,6%, staccando Banca Generali, seconda c on un +2,62% e Mps (terza, in recupero dell’1,89%).

TITOLI USA SOTTO SCHIAFFO – In coda all’indice sono finite le blue chip americane, complice una seduta sottotono influenzata sul finale anche da un Beige Book che ha mostrato un andamento della crescita più contrastato del previsto con consumi e settore immobiliare solidi ma settore manifatturiero, agricolo ed energetico che mostrano un andamento molto più incerto. Così Morgan Stanley (che oggi tenta un recupero grazie a una buona trimestrale), Legg Mason e Janus Capital Group hanno terminato la seduta con cali tra i 5 e i 6 punti abbondanti a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X