Scorte petrolifere ai massimi negli Usa, ma Eni e Saipem recuperano

A
A
A

Eni e Saipem si riprendono dai minimi intraday dopo il dato delle scorte petrolifere Usa, nel complesso salite ai massimi storici ma con qualche segnale meno negativo del previsto

Luca Spoldi di Luca Spoldi27 gennaio 2016 | 16:27

SCORTE PETROLIFERE USA AI MASSIMI STORICI – Dopo tanti scivoloni al ribasso, anche una mezza notizia positiva può servire a recuperare terreno. Così oggi nonostante l’Energy Information Administration (Eia) statunintense abbia segnalato che le scorte settimanali di greggio negli Usa sono cresciute di 8,4 milioni (contro un consenso non superiore ai 4 milioni) la scorsa settimana, portando il totale (al netto delle scorte strategiche) a toccare un massimo storico a 494,9 milioni di barili, il petrolio oscilla qualche centesimo sopra la chiusura di ieri a 31,59 dollari al barile.

DA CUSHING BUONE NOTIZIE PER I TITOLI PETROLIFERI – A sostenere il greggio è infatti il dato relativo al solo punto di stoccaggio per greggio Wti di Cushing (Oklahoma), dove le scorte sono calate di 771 mila barili a 63,4 milioni. La notizia consente a Eni di riportarsi brevemente in territorio positivo sul finale di seduta, riducendo inoltre le perdite di Saipem all’11,5% (a 54,9 centesimi per azione) dal 13% abbondante toccato nella giornata. In calo “solo” del 3,36% a 2,014 euro i diritti per l’aumento di Saipem, in giornata visti anche a 1,81 euro l’uno.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

La crisi fa bene allo spread

Oggi su BLUERATING NEWS: affare Commerz, Eurizon in Lussemburgo

Borse, BlackRock aspetta il rally

Day after Bce, titoli bancari col fiato corto

Borse‎, l’incertezza politica minaccia i listini mondiali

Il G20 da la scossa alle borse

Borse mondiali, ottobre rosso: il calo è di 7000 mld

Pictet Asset Management, Roadshow invernale ai nastri di partenza

Joseph Little (Hsbc Global Asset Management): spazio ai portafogli diversificati

Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Corea del Nord, i mercati non credono all’escalation militare

Borse europee aprono in leggero rialzo, occhio a Bce e Fed

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

La Bank of England non usa toni da “falco”, lima le stime su Pil e paghe

Sterlina in ripresa, borse caute in attesa della Bank of England

Saudi Aramco, sarà Londra la prescelta?

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Julius Baer vola in borsa dopo i numeri della semestrale

Carmignac: sui mercati regna un ottimismo razionale

Cambio della guardia ai vertici di Vanguard, come reagirà il mercato?

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Fca prova a far ripartire i diesel negli Usa

La Brexit può costare caro all’immobiliare britannico, i gestori preferiscono i titoli spagnoli

Aramco: troppo pochi investimenti nel settore petrolifero

Le precisazioni della Bce fanno ripartire borse e bond

Jp Morgan: sui mercati un eccesso di uniformità di vedute

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

La BoJ non cambia idea, le borse ringraziano

Pictet AM: “Altri rialzi in vista per le borse”

Elezioni inglesi: conservatori in calo, governo in minoranza

Giornata ricca di appuntamenti per le borse europee

Ti può anche interessare

Bluerating Awards 2019: Fineco, ecco i cf in nomination

Consulenti di fama, area manager e giovani talenti. Fra qualche settimana saranno premiati a Milano ...

Unicredit, nuovo responsabile per il trading obbligazionario

Unicredit si regala un nuovo responsabile del trading sui titoli governativi: si tratta di Kai Wolte ...

IWBank, reclutamento e ‘na tazzulella ‘e cafè

La rete di IWBank Private Investments, che si caratterizza per un modello ad autentica architettura ...