Blueindex: Bpm torna in testa, Unicredit resta indietro

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Febbraio 2016 | 14:45
Dopo tante sedute sofferte venerdì tutti i componenti del Blueindex hanno chiuso in ripresa: il migliore di tutti è stato Bpm, mentre Unicredit è salito meno di un punto

L’ATTESA PER IL RISIKO PREMIA BPM – Il tema del risiko bancario italiano ha dominato anche la seduta di venerdì scorso, spingendo Bpm ai vertici della classifica delle performance giornaliere sul Blueindex grazie a un rialzo del 7,44% messo a segno dal titolo milanese a fine giornata. Alle sue spalle l’unico altro componente dell’indice in grado di salire di oltre 7 punti è stato State Street (+7,21%).

UNICREDIT SALE MENO DEGLI ALTRI
– Nessun componente ha chiuso in calo dopo molte sedute negative o anche solo altalenanti, così la maglia nera è toccata a Unicredit nonostante il titolo abbia segnato un rialzo dello 0,68%, risultando peraltro l’unico tra i 40 componenti del paniere a non essere salito almeno di un punto a fine giornata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X