Sygenta dice sì a offerta ChemChina da 43 miliardi di dollari

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 3 Febbraio 2016 | 09:12
Il colosso cinese, che in Italia controlla Pirelli, ha rilevato il gruppo elvetico leader mondiale del settore dell’agrobusiness con un’offerta da 43 miliardi di dollari

SYGENTA DICE SI’ A OFFERTA CHEMCHINA – La notizia circolava già da ieri, ma solo stamane è giunta la nota ufficiale: il Cda di Sygenta, gruppo elvetico leader nel settore dell’agrobusiness (sementi e pesticidi) ha approvato l’offerta da 43 miliardi di dollari avanzata da ChemChina che prevede il pagamento di 465 dollari in contanti per azione. Il gruppo svizzero distribuirà un dividendo ordinario di 11 franchi per azione a maggio ed uno ulteriore, straordinario, di 5 franchi per titolo al servizio della conclusione dell’operazione.

TOP MANAGEMENT CONFERMATO – L’operazione dovrebbe prendere il via già nelle prossime settimane e concludersi prima della fine dell’anno. Sygenta manterrà il quartier generale in Svizzera e sarà guidata dall’attuale top management. Nel nuovo Cda entreranno 10 rappresentanti di ChemChina (che in Italia ha rilevato l’anno scorso il controllo di Pirelli) e 4 manager di Sygenta.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X