Mps tra i maggiori beneficiari delle parole di Mario Draghi

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Febbraio 2016 | 19:32
Mps in ripresa grazie alle rassicurazioni di Mario Draghi su tempi e modi con cui la Bce vigilerà sul rafforzamento patrimoniale delle banche europee. Tutto il comparto in rialzo

MPS A TUTTO GAS – Mercati che restano volatilissimi e vedono oggi un ulteriore forte rialzo per alcuni titoli giustificato anche dalla chiusura di posizioni nette corte già nel corso della precedente seduta di venerdì. Nel caso di Mps a fine giornata il rialzo è superiore al 9%, col titolo che termina sui 50,25 centesimi di euro per azione, dopo le parole di Mario Draghi che hanno contribuito da un lato a rassicurare circa il tema del rafforzamento dei requisiti patrimoniali delle banche europee, che avverrà gradualmente, dall’altro hanno indebolito l’euro e ridotto spread e tassi di mercato sui titoli di stato europei.

TUTTE LE BANCHE CHIUDONO IN RIALZO – Oltre a Mps tutti i principali titoli bancari corrono anche oggi, col Banco Popolare che chiude a +7,8%, Bper addirittura a +10,7%, Bpm che sfiora il +6%, mentre Intesa Sanpaolo si “accontenta” di un +4%, Unicredit del +3,65% e Ubi Banca chiude a +1,7%. Fuori dal paniere principale Banca Carige segna +4,4% a fine giornata, dopo aver visto anche lampeggiare il +12% nel corso della mattinata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, Bper: a giugno il nuovo piano

Banche, Bper: utile e dividendo 2021 in crescita. In rosso però il 4° trimestre

Banche, Bper: Standard Ethics migliora l’outlook

NEWSLETTER
Iscriviti
X