Blueindex: Mps torna a mettersi in luce

A
A
A
di Luca Spoldi 17 Febbraio 2016 | 13:23
Mps continua a correre nella speranza di ulteriori manovre distensive della Bce e dopo voci di un possibile coinvolgimento di alcune popolari toscane nel “risiko” bancario italiano

MPS CONTINUA A CORRERE, GRAZIE A BCE E RISIKO – Anche ieri Mps è rimasto al centro dei riflettori a Piazza Affari e sul Blueindex, chiudendo in prima posizione nella classifica delle variazioni quotidiane del paniere con un rialzo del 12,06% che non sembra giustificato da altro se non le attese per un ulteriore ampliamento del quantitative easing della Bce, nonostante le “frenate” dei falchi all’interno del boad di Eurotower al riguardo.

AZIMUT FA UN PASSO INDIETRO – Meno significativa ma non del tutto senza conseguenze la voce che vorrebbe alcune banche popolari toscane come possibili futuri “cavalieri bianchi” da far entrare tra i soci del Montepaschi approfittando del cospicuo calo della capitalizzazione negli ultimi anni. In una giornata partita in modo euforico e conclusasi in modo ben più prudente il risultato peggiore è segnato da Azimut, in calo del 2,85% a fine seduta, con una manciata di altri titoli come Banca Generali, ING Groep, Schroeders, Credit Suisse e Intesa Sanpaolo che hanno perso oltre un punto a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, gran colpo da Azimut per il private

Azimut, un finanziamento per il “made in Italy”

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X