Blueindex: BNY Mellon e State Street in luce nonostante la giornata sottotono dei mercati

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Febbraio 2016 | 14:04
Mercati ancora fragili: BNY Mellon e State Street disputano la volata per la prima piazza sul Blueindex, mentre Azimut e Unicredit perdono oltre 3 punti a testa e chiudono in coda

BNY MELLON E STATE STREET IN VETTA – Seduta ancora tormentata quella di venerdì scorso per i mercati azionari, che nonostante il rimbalzo dai minimi visti a inizio febbraio non sembrano aver ancora ritrovato del tutto la serenità. Così se Bank of New York Mellon e State Street hanno disputato la volata per il primo posto della classifica giornaliera del Blueindex (la prima chiudendo a +1,13%, la seconda a +1,10%), staccando di poco America Express (+1,03%), in realtà ben 31 componenti su 40 del paniere hanno chiuso la giornata in rosso.

AZIMUT E UNICREDIT IN CODA – Tra tutte la peggiore è risultata Azimut (-3,58%), che da alcuni giorni alterna sedute positive e negative con variazioni tra i due e i tre punti al giorno. Nuovamente debole anche Unicredit (-3,44%), forse anche perché facente parte del consorzio di banche che ha dovuto sottoscrivere l’inoptato del recente aumento da 3,5 miliardi di Saipem.  Oltre il 2% di perdita hanno comunque chiuso una mezza dozzina di titoli da Deutsche Bank a Invesco, passando per Credit Suisse, Intesa Sanpaolo, Janus Capital Group e Bpm.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: raccolta positiva per un mld di euro

Reclutamenti, nessuno meglio di CheBanca!

Azimut, il fintech a misura di pmi

NEWSLETTER
Iscriviti
X