New York in rialzo, bene anche il petrolio

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 22 Febbraio 2016 | 15:51
Wall Street recupera terreno, con la liquidità che esce da oro e bond e si riversa nuovamente sull’azionario e sull’oro nero. In luce petroliferi, ciclici e finananziari

NEW YORK SALE CON PETROLIFERI E FINANZIARI – Apertura positiva per Wall Street che vede il Dow Jones guadagnare l’1,27% dopo un’ora circa di lavoro, mentre l’S&P500 segna +1,26%, il Nasdaq oscilla a +1,20% e le small cap del Russell 2000 guadagnano l’1,45%. Tra le blue chip americane tornano a farsi veder ciclici e petroliferi come Caterpillar e Chevron, che sfruttano il nuovo recupero del greggio, mentre anche finanziari come Goldman Sachs e American Express guadagnano oltre un punto a testa.

BOND E ORO INCERTI, RIMBALZA IL PETROLIO – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sull’1,75% e quello del trentennale sul 2,61%, appena un centesimo sopra i rendimenti segnati alla chiusura di venerdì sera. L’oro cala a 1.212,4 dollari l’oncia (18,4 dollari meno dell’ultimo fixing), subendo la fuoriuscita di parte della liquidità che nelle scorse sedute aveva cercato nei metalli preziosi un porto sicuro. Sottotono anche l’argento, a 15,22 dollari l’oncia (18 centesimi di perdita), mentre il petrolio come detto è in salita a 31,76 dollari al barile, 2,12 dollari meglio della chiusura precedente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: colpo di reni per l’oro. I prossimi target e gli Etc a Piazza Affari

Mercati, oro e Bitcoin possono anche andare a braccetto

L’oro brilla in scia all’import cinese. Tutti gli Etc sul lingotto a Piazza Affari

NEWSLETTER
Iscriviti
X