Intesa Sanpaolo si lascia la governance duale alle spalle

A
A
A

Intesa Sanpaolo dice addio alla governance duale. Il nuovo Statuto approvato oggi dall’assemblea straordinaria reintroduce un Cda unico formato da 15-19 consiglieri

Luca Spoldi di Luca Spoldi26 febbraio 2016 | 14:14

INTESA SANPAOLO VARA NUOVO STATUTO – Si è riunita oggi l’assemblea straordinaria di Intesa Sanpaolo,che ha approvato il nuovo Statuto sociale in relazione all’adozione del sistema monistico di amministrazione e controllo, fondato su un Consiglio di amministrazione costituito da un minimo di 15 ad un massimo di 19 componenti, dei quali 5 facenti altresì parte del Comitato per il controllo sulla gestione.

SI TORNA AL SISTEMA MONISTICO – Lo annuncia una nota della stessa Intesa Sanpaolo aggiungendo che il nuovo Statuto troverà applicazione col primo rinnovo degli organi sociali successivo all’assemblea odierna, ovvero dalla prossima assemblea chiamata a deliberare in ordine alla nomina dei nuovi organi sociali. A Piazza Affari intanto il titolo Intesa Sanpaolo recupera l’1,39% riportandosi sopra i 2,33 euro per azione.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, il ruolo sociale del banker

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Hsbc si prepara a tagliare 35.000 posti di lavoro

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Ti può anche interessare

Consulente finanziario: perché un potenziale cliente sceglie di affidarsi a te

Caro consulente, capire perché i potenziali clienti potrebbero scegliere te (o non farlo) è un ott ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 30/05/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento com ...

Bce, non si muove foglia sui tassi. E la Brexit si allontana

Europa sempre in primo piano. La Bce come nelle attese ha mantenuto invariata la politica monetaria, ...