Intesa Sanpaolo si lascia la governance duale alle spalle

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Febbraio 2016 | 14:14
Intesa Sanpaolo dice addio alla governance duale. Il nuovo Statuto approvato oggi dall’assemblea straordinaria reintroduce un Cda unico formato da 15-19 consiglieri

INTESA SANPAOLO VARA NUOVO STATUTO – Si è riunita oggi l’assemblea straordinaria di Intesa Sanpaolo,che ha approvato il nuovo Statuto sociale in relazione all’adozione del sistema monistico di amministrazione e controllo, fondato su un Consiglio di amministrazione costituito da un minimo di 15 ad un massimo di 19 componenti, dei quali 5 facenti altresì parte del Comitato per il controllo sulla gestione.

SI TORNA AL SISTEMA MONISTICO – Lo annuncia una nota della stessa Intesa Sanpaolo aggiungendo che il nuovo Statuto troverà applicazione col primo rinnovo degli organi sociali successivo all’assemblea odierna, ovvero dalla prossima assemblea chiamata a deliberare in ordine alla nomina dei nuovi organi sociali. A Piazza Affari intanto il titolo Intesa Sanpaolo recupera l’1,39% riportandosi sopra i 2,33 euro per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X