Voluntary, accertamenti col turbo

A
A
A

Circolare interna dell’Agenzia delle Entrate: massima speditezza, uso della Pec, priorità alle pratiche complesse.

Andrea Giacobino di Andrea Giacobino15 marzo 2016 | 07:26

NUOVE REGOLE –  L’Agenzia delle Entrate ingrana la quarta nelle procedure di accertamento sulle pratiche di “voluntary disclosure”. Lo fa, secondo quanto riferisce oggi “Italia Oggi”, con una circolare interna della Direzione Centrale dell’Agenzia. In essa si raccomanda la massima speditezza nella gestione delle pratiche di voluntary disclosure, inoltre si specifica la possibilità di integrare la documentazione fuori tempo massimo se il contribuente è in buona fede (per esempio perché l’omissione è imputabile a un errore scusabile o a una causa di forza maggiore). La circolare raccomanda anche l’utilizzo massiccio della Pec per le notifiche degli atti. Se una o più annualità regolarizzate chiudono a zero, la notizia di archiviazione potrà essere inserita nell’atto di accertamento relativo a un altro dei periodi di imposta a debito, senza una notifica a se stante. Priorità alle pratiche che presentano un più alto grado di complessità, quelle cioè da cui emergono schemi di evasione particolarmente complessi (con utilizzo di trust o fondazioni estere oppure di veicoli societari) o patrimoni ad alta dinamicità, frequentemente investiti e disinvestiti nel tempo e/o trasferiti da un paese all’altro.

 
In allegato alla circolare un vero e proprio vademecum che riassume, in maniera sinottica, il trattamento fiscale delle diverse tipologie di reddito e le modifiche di  aliquote intervenute nel corso degli anni. A ciò si aggiungono cinque schede di ausilio dedicate alle fattispecie che si incontrano più frequentemente (plus e minusvalenze da partecipazione qualificata, dividendi di fonte estera qualificati e non, interessi derivanti da obbligazioni societarie o titoli di stato, redditi immobiliari).
 

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Casa, rischio stangata nei prossimi anni

Consulenti, stangata Iva

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Consulenti, istruzioni per l’uso sullo spesometro

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Contribuenti, occhio all’Iva

Fatture, termine prorogato al 28 settembre

Evasione, quattro “Paradisi” nel mirino

“Voluntary 2” a rischio di flop

Sanatoria per le liti pendenti

Voluntary 2, domani si parte

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Anima fa pace col fisco e paga 8,9 milioni

Evasione, blitz delle Entrate in Lussemburgo

Fisco, ecco le istruzioni per lo scambio di informazioni Italia-Usa

Agenzia delle Entrate e Inps insieme contro le frodi

Gestori, occhio alle scadenze fiscali di lunedì 18 maggio

Promotori, ricordatevi di dare il vostro indirizzo Pec all’Agenzia delle Entrate

Spesometro, c’è tempo fino al 22 per le comunicazioni sul 2013 (se hai partita Iva)

Agenzia delle Entrate, al via i correttivi anticrisi agli studi di settore

Rapporti finanziari: cambiano i tempi per la comunicazione integrativa

Agenzia delle Entrate, 9,1 miliardi dalla lotta all’evasione

Scudo, il Fisco indaga su 2000 evasori

Scudo Fiscale: proroga al 31 dicembre 2010

Fondi immobiliari, plusvalenze più costose

Il chiarimento dovuto DA ADVISOR

Ti può anche interessare

Moody’s condanna un’Italia troppo vecchia

L’Italia che invecchia è un problema per le finanze pubbliche. A dirlo è Moody’s, che ...

Brexit: per la May dimissioni a giugno

Sola e sotto assedio: Theresa May, dopo mesi di tentativi, tutti inutili, per raggiungere il tant ...

Fisco, ennesimo scontro nel governo

La tregua tra Lega e M5s è stata fissata ieri ma già oggi “traballa” dietro al nuovo scontro i ...