Gross-Pimco, Bill vince il primo round

A
A
A
di Andrea Giacobino 15 Marzo 2016 | 11:00
Il tribunale giudica fondata la denuncia del supergestore che chiede 200 mln $ di risarcimento. Si andrà a processo.

William (“Bill”) H. Gross (nella foto) ha avuto ragione a chiedere a Pimco 200 milioni di dollari di danni dopo la tumultuosa uscita del supergestore dal grande asset manager americano controllato da Allianz. Nei giorni scorsi, infatti, Pimco ha accettato come definitiva la decisione di Martha Gooding, giudice del tribunale superiore della California, dove la litigation è incardinata, secondo la quale la rottura del contratto fra Gross e Pinco era sufficiente al gestore per procedere con le vie legali. Quindi si andrà a processo.

Gross, ha infatti sentenziato il giudice, “ha riportato nella sua denuncia un numero di atti sufficiente basati sul suo status di fondatore di Pimco, sulla sua storia quarantennale in azienda, un track record e una serie di evidenze circa l’assicurazione che il gruppo gli aveva fornito di continuare a restarvi impiegato”. Pimco, che ha tempo fino al prossimo 4 aprile per rispondere formalmente alla denuncia di Gross, aveva invece sostenuto in prima istanza che il supergestore non aveva nessuna garanzia di occupazione e che poteva quindi essere licenziato in ogni momento

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bill Gross in pensione dopo 40 anni di successi e qualche insuccesso

Fondi, re Bill saluta e se ne va

Fondi, il mago Gross ha perso il tocco

NEWSLETTER
Iscriviti
X