Piazza Affari, finale negativo per il comparto bancario

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Aprile 2016 | 15:49
La borsa prima sembra apprezzare il progetto del fondo Atlante, poi scattano vendite sui titoli coinvolti, con Unicredit, Intesa Sanpaolo e Ubi Banca tra i peggiori della seduta

MILANO CHIUDE IN ROSSO – Giornata negativa per la borsa di Milano che prima sembra apprezzare l’annunciato varo del fondo Atlante che dovrebbe garantire ricapitalizzazioni e cessioni di crediti problematici (Npl) delle banche italiane, poi vede scattare diffuse prese di profitto. Così a fine giornata a Piazza Affari il Ftse Mib cede l’1,57%, il Ftse Italia All-Share chiude in rosso dell’1,39% e il Ftse Italia Star termina a -0,13%.

CALANO LE GRANDI BANCHE E TELECOM ITALIA – Tra le blue chip italiane dopo un avvio sofferto a causa di numeri inferiori alle attese per il colosso francese Lvmh, torna a mettersi in luce Yoox Net a Porter, davanti a Mediaset e a Mps (che come Banca Carige non dovrà contribuire ad Atlante). Indietro tutta invece Telecom Italia, che assieme a Unicredit e Intesa Sanpaolo (queste ultime sospese nelle fasi finali per eccesso di ribasso) perde attorno ai 5 punti percentuali. Poco meglio fanno Ubi Banca (-4,2%) ed Exor (-3,97%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, da Intesa SanPaolo 24 nuovi Bonus Cap Barriera Continua End Of Day

Asset allocation, commodity: platino e palladio sulla via del recupero

Banche: Reyl Intesa Sanpaolo acquista il 40% di 1875 Finance

NEWSLETTER
Iscriviti
X