Da Swiss Re a Generali, assicurativi aprono in ripresa in Europa

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Settembre 2017 | 10:46

IRMA FA MENO PAURA – Il passaggio dell’uragano Irma sopra la Florida del Sud per ora non fa tremare la borse. Dopo le prime rilevazioni, infatti, la stima dei danni potenziali si è ridotta notevolmente calando da 200 miliardi ipotizzati fino a ieri a circa 50 miliardi. Tirano un sospiro di sollievo i grandi gruppi riassicurativi, a partire da quelli europei: la svizzera Swiss Re segna stamane +4,32%, la tedesca Munich Re guadagna il 4,07%.

ASSICURAZIONI IN RIPESA IN EUROPA – Inizio di settimana positivo anche per la principali compagnie assicurative del vecchio continente: Zurich Insurance Group è indicata stamane a +1,82%, Axa sale dell’1,94%, Allianz oscilla a +1,39%, mentre Generali a Piazza Affari è in rialzo del 2,07%. Sempre a Milano brillano anche Unipol (+5,23% dopo il giudizio positivo di Mediobanca), Cattolica Assicurazioni (+1,92%) e Vittoria Assicurazioni (+0,64%).

LA RIPRESA SI RAFFORZA ANCHE IN ITALIA – Oltre ai minori timori per quanto riguarda l’andamento dei danni legati alla stagione degli uragani negli Stati Uniti e ai nubifragi in Europa, a favorire il rimbalzo del settore assicurativo tricolore è anche il dato, migliore delle attese, della produzione industriale che a luglio segna un +4,4% su base annua contro attese intorno a +3,7%. Una conferma che la ripresa sta finalmente consolidandosi anche nel “bel paese” e che dunque la politica ultrarilassata della Bce è ormai avviata alla fine, con un prevedibile rialzo dei tassi di mercato che potranno fare bene alla redditività del comparto finanziario e assicurativo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assicurazioni, debutta Farad Insurance Broker Italia

La ribalta della bancassurance spinta dal settore danni

Credem, un nuovo modello per la consulenza assicurativa

NEWSLETTER
Iscriviti
X